Crema, comune e solidarietà

Il comune sostiene l'Unicef nella lotta alla malnutrizione infantile e ha donato 1000 euro. Lasciando una piccola offerta nel box che trovi nei negozi e negli esercizi pubblici aderenti, puoi contribuire a sostenere e a garantire strumenti e alimenti per curare i bambini in stato di malnutrizione.

Pandino, crollato il controsoffitto

Sorpresa stamattina all'apertura dell'asilo Gamondi Calleri: un pezzo di controsoffitto era crollato. La scuola è stata chiusa. Leggi cliccando qui

Spino d'Adda, telecamere nei parchi

Lotta ai vandalismi e il comune spende 98mila euro per installare 18 telecamere che controlleranno la zona. Leggi cliccando qui

Palazzo Pignano, alberi per il Tormo

Oltre cento alberi saranno piantati nel parco del Tormo, per ripopolare una zona dove ce ne sono pochi. Leggi cliccando qui

Castelleone, aspettando S. Lucia

Aspettando S. Lucia bancarelle in piazza e negozi aperti nel Borgo e la santa che si affaccia da un balcone. Leggi cliccando qui

Vailate, lite in maggioranza

Battibecco tra sindaco, capogruppo e consigliera sul bilancio con la conseguenza che il vice sindaco abbandona l'aula. Leggi cliccando qui

Crema, a scuola fa freddo

Troppo freddo in alcuni plessi scolastici e la Zanibelli (FI) lo fa presente in consiglio comunale. Leggi cliccando qui

Crema, comunità energetiche

Incontro per parlare di una comunità energetica da sviluppare nell'area ex Olivetti proposto da Consorzio.it e Reindustria. Leggi cliccando qui

Basket, turno infrasettimanale

Mercoledì turno infrasettimanale per il basket di serie B e la Logiman attende in casa Capo d'Orlando. Leggi cliccando qui

Offanengo, la Coim e il cibo

Nuovi imballaggi per il cibo inventati da Coim durante la pandemia, per andare incontro alle nuove esigenze del mercato. Leggi cliccando qui

Degli Angeli: " L'Iva sul teleriscaldamento è troppo alta

Crema News - Iva troppo alta

Crema, 29 ottobre 2022

“Oltre al caro bolletta, a incidere c’è anche l’Iva troppo alta sul teleriscaldamento: mentre quella per le caldaie a gas è stata giustamente abbassata al 5%, le utenze servite dal teleriscaldamento versano ancora un’Iva ferma al 10 %. Serve chiarezza anche sulle letture che sembrerebbero più alte degli effettivi consumi ”.

A dirlo è Marco Degli Angeli, consigliere pentastellato di Regione Lombardia, che oltre a informare i cittadini, elenca quali siano le iniziative proposte dal M5s per far fronte al problema.

Numeri alla mano, il numero di abitanti equivalenti allacciati al teleriscaldamento sono circa 8mila. Salgono a 57 mila quelli cremonesi. “Così - spiega Degli Angeli - vengono colpite ingiustamente oltre 60mila cittadini, che hanno scelto il teleriscaldamento con il miraggio di risparmi e con l’intento di favorire un uso razionale delle risorse energetiche e ridurre il consumo di combustibili fossili. Invece di essere premiati, vengono penalizzati con un’Iva maggiore rispetto ad altri utenti”.

Come se non bastasse, Iva a parte, non pochi sono i casi in cui l’allacciamento alla rete del teleriscaldamento viene paradossalmente alimentata a gas. In questo modo - chiosa il consigliere -non solo il teleriscaldamento perde la sua impronta green, ma diventa una scelta poco oculata che comporta costi a carico delle famiglie non accettabili, anche di tre volte superiori a quelle sostenute da chi utilizza sistemi tradizionali di nuova generazione”.

Spiega Degli Angeli: “C’è inoltre un altro aspetto segnalato da molti cittadini che mi hanno contattato. Per tutte le altre utenze (energia elettrica, acqua, gas) si è soliti pagare in base alle letture del contatore personale, così come previsto dalla legge. Nel caso del Teleriscaldamento, la lettura e quindi il consumo dei contatori, sembrerebbe non corrisponda al corrispettivo pagato”. 

Degli Angeli porta un esempio, ricavato dalla bolletta di un cittadino cremonese allacciato al teleriscaldamento: “È successo che il consumo individuale di 5000kwh/anno letto dal contatore corrisponda a un consumo fatturato di 6500/7000 kWh determinato dalle dispersioni di percorso. Non credo sia assolutamente normale né accettabile che l’utente debba farsi carico dei costi di dispersione, determinati a monte dal fornitore”.

A Cremona e Crema, l’impianto che era di LGH ora appartiene al gruppo A2A. "Le amministrazioni guidate da Galimberti e, nel momento della cessione, dalla Bonaldi - aggiunge Degli Angeli - hanno delle responsabilità ben precise per la svendita totale delle partecipate pubbliche: ora chi ha ancora la fascia tricolore a Cremona e chi, dopo essere stato assessore per 10 anni ha quella di Crema, si faccia parte attiva per risolvere l’inconveniente. Contestualmente, come MoVimento 5 Stelle intendiamo avviare ogni possibile iniziativa a tutela dei cittadini, tra cui rendere effettiva la possibilità per gli utenti di svincolarsi da questa tipologia di contratti che prevedono durate pluriennali e forti penali per il recesso. Inoltre, ci stiamo attivando al fine di trovare le soluzioni per cambiare l’attuale sistema di alimentazione, valutando anche altre fonti di energia rinnovabile. Tra queste la geotermia e l'implementazione di Comunità energetiche su tutto il territorio attraverso forme di incentivazione economica a livello nazionale ed europeo, anche nell’ambito di un apposito Energy Recovery Found”.

Conclude il consigliere: “La petizione lanciata su Change.org da associazioni, comitati e cittadini, ha come obiettivo la riforma del regime IVA che penalizza gli utenti serviti dal teleriscaldamento. È importante sostenerla per l’interesse di tante famiglie sempre più in difficoltàhttps://www.change.org/p/ridurre-l-iva-sul-teleriscaldamento-come-per-gas-e-luce


Nella foto, una centrale per il teleriscaldamento


© Riproduzione riservata



06/12 - CREMA - Temperature da brivido in alcune scuole Leggi l'articolo

06/12 - CREMA - Incontro di Consorzio.it e Reindustria per presentare la proposta Leggi l'articolo

04/12 - CREMA - Magazzino farmaceutico: un anno per tornare al punto di partenza Leggi l'articolo

04/12 - CREMA - Servizi sociali da tempo senza responsabile Leggi l'articolo

03/12 - CREMA - Il dubbio: perdere il finanziamento o incrementarlo Leggi l'articolo

02/12 - CREMA - I numeri che preoccupano l'Ats Valpadana Leggi l'articolo

02/12 - CREMA - Ritardi e mancanze della maggioranza Leggi l'articolo

30/11 - CREMA - Niente mozioni per la pace Leggi l'articolo

29/11 - CREMA - Niente lavori, si ricomincia Leggi l'articolo

25/11 - REGIONE - Contributo per affrontare il caro energia Leggi l'articolo

24/11 - PROVINCIA - Il sindaco di Pianengo rientra in consiglio provinciale Leggi l'articolo

24/11 - REGIONE - Con le nuove regole, a rischio l'assegno per 104mila persone Leggi l'articolo

22/11 - REGIONE - In bilancio 1.6 milioni di euro in più Leggi l'articolo

22/11 - REGIONE - Riforma elettorale penalizza le opposizioni Leggi l'articolo

18/11 - REGIONE - Quella degli insediamenti di logistica in Lombardia Leggi l'articolo

15/11 - CREMA - Fin qui servizio a pagamento e poco utilizzato Leggi l'articolo