Agnadello, festa per l'oratorio

Festa per l'oratorio che compie 35 anni. Sulla torta una frase di S. Giovanni Bosco. Leggi cosa è stato fatto cliccando qui

Offanengo, sì alle comunità energetiche

Il consiglio comunale ha detto sì alle comunità energetiche, aderendo al progetto della regione Lombardia. Leggi cliccando qui

Madignano, addio a Maffi

Un infarto ha ucciso Fabrizio Maffi, tra le prime guardie ecologiche del cremasco. Leggi cliccando qui

Occhio alla truffa

Qualcuno scrive nei commenti del giornale avvertendo che sono stati vinti cinque milioni di euro. E' una truffa. Leggi cliccando qui

Spino d'Adda, lutto

Addio a Giovanni Garnieri, primo presidente della Spinese Oratorio. Leggi il ricordo cliccando qui

Ripalta, che Bontà!

Successo per la prima cena delle specialità cremasche, con il presidente Aries Bonazza, al ristorante Loghetto. Leggi che è stato servito cliccando qui

Basket, bene Parking graf

Seconda vittoria nel campionato di basket di serie A per la Parking Graf che batte il Brixia 72-64.

Crema, Anffas scrive ai ladri

"Non farete sonni tranquilli dopo averci derubato". Lettera dell'Anffas ai ladri che hanno svaligiato due sedi dell'associazione. Leggi che cosa scrive cliccando qui

Volley, passa la Chromavis

Vittoria al quinto set per la Chromavis Eco Db contro Orocash Lecco, ma due punti non bastano perché dietro vincono tutte e sorpassano. Leggi cliccando qui

Calcio, pari per il Crema

Il Crema agguanta il pari negli ultimi minuti (rete all'84' di Brero) dopo essere stato a lungo sotto di una rete contro il Carpi, sceso al Voltini per fare risultato.

Crema, vaccini senza appuntamento

Due giorni di vaccinazioni senza appuntamenti. Leggi quando e dove presentarsi cliccando qui

Deboli e fragili, le proposte di Piloni alla Regione

Crema News - Proposte per i più deboli

Regione, 26 luglio 2022

Le proposte per i più fragili inoltrate dal consigliere regionale cremasco Pd Matteo Piloni in consiglio regionale.

 

"Con la giunta Fontana la Regione Lombardia è rimasta ferma, senza alcuna capacità di disegnare e programmare il prossimo futuro. Una Regione che non è capace neanche di spendere tutte le risorse ricevute per il Covid, come ha certificato la Corte dei Conti nei giorni scorsi. Una Regione che non ha un piano per le case di comunità che dovrebbero essere il fulcro della ricostruzione della medicina territoriale in Lombardia e invece oggi sono strutture pressoché vuote e ridotte a mere operazioni di facciata. Una Regione che non ha un piano per i trasporti pubblici, per le case popolari, per la lotta al cambiamento climatico e per la siccità, per la difesa di cittadini e imprenditori colpiti dall’aumento dei costi energetici e delle materie prime e, in generale, dall’inflazione. Come se non bastasse, ora il centrodestra ha gettato il Paese nel caos, non votando la fiducia al governo Draghi per puro calcolo elettorale, senza tenere conto dei danni che questo provocherà ai più fragili, alle famiglie e alle imprese.

 Ed è proprio ai più fragili, alle famiglie e alle imprese che si rivolgono principalmente le proposte che il gruppo del Partito democratico presenterà martedì e mercoledì, durante la discussione, in Consiglio regionale, dell’ultimo assestamento di bilancio della legislatura. Chiederemo, per anziani e non autosufficienti che risiedono nelle RSA o che hanno un’assistente familiare assunta in regola, un contributo pari a una mensilità della retta o della retribuzione della badante; di estendere per le famiglie con figli minori, il contributo per l’acquisto di libri e materiale didattico a chi ha redditi Isee familiari fino a 25mila euro e aumentare l’entità del contributo al tetto massimo stabilito dal ministero: per i lavoratori e gli studenti pendolari, di introdurre per i mesi di agosto, settembre e ottobre abbonamenti mensili simbolici al servizio ferroviario regionale a 5 euro; di stanziare per le imprese lombarde, a partire da quelle piccole e piccolissime, che non siano riuscite ad ottenere i contributi statali per ridurre la bolletta energetica, fondi regionali per far fronte all’aumento dei costi dell’energia; per gli impianti sportivi natatori, di stanziare risorse per l’efficientamento energetico delle piscine aperte al pubblico, per evitare che chiudano schiacciate dall’aumento dei costi energetici.

 

Qualsiasi aiuto a famiglie e imprese non può però prescindere dalla necessità di affrontare le emergenze ambientali e sociali ed è in questo senso che andranno le mie richieste specifiche per il nostro territorio:

 

  • Ho chiesto, infatti, di istituire un fondo speciale regionale contro i danni causati da avversità naturali per fronteggiare tempestivamente gli eventi catastrofici che purtroppo, stanno coinvolgendo e coinvolgeranno sempre più la nostra Regione.
  • Per andare incontro alle famiglie di persone con disabilità gravi e gravissime ho chiesto di prevedere gli adeguati stanziamenti necessari a soddisfare l’intero bisogno espresso in merito alla misura B2 - quel bonus riservato alle persone in condizione di disabilità grave o di non autosufficienza che si concretizza in interventi di sostegno per garantire la piena permanenza della persona fragile al proprio domicilio e nel proprio contesto di vita - affinché non rimangano fuori dalla platea dei beneficiari coloro che, pur in possesso dei requisiti di accesso, si trovano ad essere esclusi per mancanza di risorse.
  • Per affrontare la crisi idrica più grave di sempre, ho chiesto misure a sostegno di una politica di uso sobrio e razionale della risorsa idrica e della sua conservazione nel tempo, anche attraverso un piano di prevenzione degno di questo nome.
  • Insieme alla collega di Mantova Antonella Forattini, ho chiesto di intervenire tempestivamente per manutenere, mettere in sicurezza e rendere fruibili tutti gli attracchi del Po.
  • Per preservare un patrimonio unico della tradizione musicale, ho chiesto di sostenere, con un nuovo bando, le bande musicali e i cori della nostra regione.
  • Ho chiesto infine di completare il finanziamento del collegamento ciclopedonale tra Lodi e Crema, lungo la direttrice della ex Strada Statale 235, in quanto si tratta di una infrastruttura molto importante sia per il territorio lodigiano che per il cremasco, due territori che oggi non sono ancora collegati da una pista ciclabile e che ci auguriamo possa essere completata quanto prima".

 

 Nella foto, Matteo Piloni


© Riproduzione riservata



04/12 - CREMA - Magazzino farmaceutico: un anno per tornare al punto di partenza Leggi l'articolo

04/12 - CREMA - Servizi sociali da tempo senza responsabile Leggi l'articolo

03/12 - CREMA - Il dubbio: perdere il finanziamento o incrementarlo Leggi l'articolo

02/12 - CREMA - I numeri che preoccupano l'Ats Valpadana Leggi l'articolo

02/12 - CREMA - Ritardi e mancanze della maggioranza Leggi l'articolo

30/11 - CREMA - Niente mozioni per la pace Leggi l'articolo

29/11 - CREMA - Niente lavori, si ricomincia Leggi l'articolo

25/11 - REGIONE - Contributo per affrontare il caro energia Leggi l'articolo

24/11 - PROVINCIA - Il sindaco di Pianengo rientra in consiglio provinciale Leggi l'articolo

24/11 - REGIONE - Con le nuove regole, a rischio l'assegno per 104mila persone Leggi l'articolo

22/11 - REGIONE - In bilancio 1.6 milioni di euro in più Leggi l'articolo

22/11 - REGIONE - Riforma elettorale penalizza le opposizioni Leggi l'articolo

18/11 - REGIONE - Quella degli insediamenti di logistica in Lombardia Leggi l'articolo

15/11 - CREMA - Fin qui servizio a pagamento e poco utilizzato Leggi l'articolo

15/11 - REGIONE - Indagine dell'Arera che rivela i costi Leggi l'articolo

11/11 - REGIONE - Presentati dalla stessa maggioranza Leggi l'articolo