Piloni: "Prenotazioni difficili, ennesimo errore di valutazione"

Crema, 25 novembre 2021

Per essere vaccinati con la terza dose il 30 novembre, succede che da Bagnolo Cremasco si trovi posto il 7 dicembre in piazza Novelli, a Milano oppure a Chiari, in provincia di Brescia. Sempre dalla provincia di Cremona, solo per fare qualche esempio, si viene spediti anche a Bergamo, Chiuduno, Codogno, Lodi e Stradella. 

“Ci giungono segnalazioni da ogni territorio di cittadini che stanno cercando di prenotare la terza dose e si trovano di fronte appuntamenti lontani da casa o non prima di alcune settimane – spiega il consigliere regionale del Pd Matteo Piloni -. Il risultato è che molti di loro rinunciano a prenotare, sperando di avere miglior fortuna nei prossimi giorni, e quindi rischiando di perdere settimane preziose prima dell’inoculazione, mentre il virus torna a correre. Il dramma è che i posti oggi non ci sono, perché tra agosto e settembre la Regione ha chiuso o ridotto gli hub vaccinali e ora non riesce a potenziare in tempi brevi quelli rimasti, figuriamoci ad aprirne di nuovi. Spiace ricordare che lo avevamo detto il 2 di novembre, con una mozione in Consiglio regionale, che non saremmo stati pronti per la terza dose e spiace di più constatare che avevamo ragione e che non siamo stati ascoltati, anzi, ci è stato detto che stavamo facendo allarmismo. Il risultato lo stanno vedendo i lombardi in queste ore ed è l’ennesimo errore nella gestione della pandemia della giunta Fontana-Moratti”. 

“Oggi per i centri la criticità maggiore consiste nel reperimento del personale per aumentare le linee e la capacità di somministrazione – prosegue Piloni – ed è proprio per questo che da settimane chiediamo a Moratti e Fontana di riattivare immediatamente gli hub delle prime due dosi, richiamando il personale che ha lavorato come Co.co.co e i dipendenti in orario aggiuntivo senza lasciare sole nella ricerca le singole ASST. Solo così potremo dare copertura in tempi ragionevoli, anticipando il virus anziché, come al solito, rincorrerlo”. 

 “Non serve vaccinare nei supermercati! Bisogna riaprire quelli chiusi e potenziare i centri attivi. In provincia di Cremona si tratta di potenziare i centri di Cremona e Crema e riaprire i centri di Soresina, Rivolta d'Adda e Casalmaggiore. Per farlo serve personale” conclude Piloni.


© Riproduzione riservata

Stato di salute compromesso

REGIONE - Provincia peggiore della Lombardia ...
Leggi tutto l'articolo

Casa della comunità, proporre gli Stalloni

CREMA - La Lega la vuole in via Gramsci ...
Leggi tutto l'articolo

Finalpia, bocciata l'idea del sindaco

CREMA - FdI, FI e Prc: tutti contrari ...
Leggi tutto l'articolo

Per il sindaco sono in cinque

CREMA - Tutti i candidati per il comune ...
Leggi tutto l'articolo

Tamponi anche in parafarmacia

REGIONE - Approvata la mozione dei grillini ...
Leggi tutto l'articolo

Servono medici

REGIONE - Ci sono persone senza medico ...
Leggi tutto l'articolo

Lavori, senza fine

CREMA - Saltate tutte le previsioni ...
Leggi tutto l'articolo

Discarica di Sergnano, nuovi monitoraggi

SERGNANO - Per valutare l'eventuale inquinamento ...
Leggi tutto l'articolo

Treni, troppe cancellazioni

REGIONE - Piloni chiede chiarimenti ...
Leggi tutto l'articolo

Finalpia, servono soldi

CREMA - Ma non arriveranno dal comune ...
Leggi tutto l'articolo

Finalpia, che confusione

CREMA - Servono 200mila euro, subito ...
Leggi tutto l'articolo

Aria cattiva, dati preoccupanti

POLITICA - Rischio ambientale ...
Leggi tutto l'articolo

Fallito il tracciamento del virus

REGIONE - Qui si diffonde più che altrove ...
Leggi tutto l'articolo

Ats e i suoi ritardi

CREMA - Studenti penalizzati dalle lentezze ...
Leggi tutto l'articolo

Partecipate, Rivolta alla Corte dei conti

RIVOLTA D'ADDA - Inviata una delibera sulla revisione delle società ...
Leggi tutto l'articolo

In treno più sicuri

REGIONE - Stazione sicure, anche a Crema ...
Leggi tutto l'articolo