Rivolta, finale trofeo di basket

Domenica sera, alle 21, in piazza Vittorio Emanuele II, si gioca la finale del torneo di basket Contrade a canestro organizzato dalla società locale Il Momento Basket.

Coronavirus, i numeri del 30 giugno

Tasso di contagio, uno su quattro positivo in Lombardia; in provincia si dimezza il numero dei nuovi positivi; aumenta ancora il numero dei ricoverati. Leggi cliccando qui

Cremasco, lavori in corso

Da ieri lavori sulla Paullese e da domani sulla tangenziale, con ripercussioni sul traffico; lavori anche in stazione. Leggi cliccando qui

Crema, torneo di calcetto

Parte oggi il torneo di calcetto organizzato da Uozzap e che si disputa a S. Maria. Leggi l'articolo cliccando qui

Crema, la storia (XXVIII puntata)

Sotto il dominio della Serenissima Crema diventa bella. Leggi la XXVIII puntata della storia di Crema cliccando qui

Crema, treni fermi

Circolazione sospesa da Casaletto Vaprio a Castelleone per lavori alla ferrovia propedeutici per il sotto passo. Leggi l'articolo cliccando qui

Quando Crema era città regia

Crea, 10 maggio 2022

Sabato scorso presso la sala Cremonesi del Sant'Agostino, conferenza dal titolo:"Una vicenda sconosciuta del Risorgimento Cremasco ". Promotore dell'iniziativa il Touring club di Crema e relatore Tino Moruzzi.

Anna Maria Messaggi, nelle vesti di Console del Touring club cittadino, ha introdotto Tino Moruzzi, relatore dell'evento, che ha messo in evidenza il complesso dei carteggi, della documentazione archivistica di Stato, che testimoniano la disputa tra la Regia Città di Crema e il Regio Impero Austriaco, in merito agli spazi frontalieri interni ed esterni della città di Crema.

Una controversia che si protrasse per ben quarant'anni, dal 1815 al 1855,nel corso storico del dominio austriaco, allora guidato dal generale Radetzky che governò a Milano e in Lombardia.

Con l'avvento al potere di Napoleone Bonaparte e il conseguente cambio di strategia militare, la Regia città di Crema perse la sua naturale peculiarità territoriale. 

In quel dato contesto storico, la città sostenne che le mura erano di sua pertinenza presentando un'apposita documentazione per far valere i propri diritti.

Crema assunse le connotazioni di città stato con una propria organizzazione territoriale, con una propria cultura, con un proprio statuto, con un proprio assetto urbanistico .

Nel frattempo la Repubblica Veneta si sciolse, la Rex publica venne trasmessa a tutte quelle comunità che furono poste nelle condizioni di dare vita a una repubblica. 

La Repubblica cremasca formo' un governo provvisorio il 28/03/1837 e vennero eliminate le leggi che avevano decretato le caratteristiche dello Stato. 

Col decreto di emanazione sovrana, si sottolineò con maggiore enfasi la proprietà degli spazi a favore della Regia città di Crema. 

Dal canto suo, il governo di Milano emanò due decreti e allo stesso tempo formulò delle domande tese ad avvalorare le ragioni della città di Crema al cospetto della città di Lodi. 

Il decreto venne reso pubblico, il popolo prese conoscenza che i testimoni Pasquini, Fasoli e Regazzoni diedero la medesima versione e il tutto corrispondesse alla verità. 

Il senato di Milano, a seguito della documentazione inviata dal Fisco, sostenne che le testimonianze erano state viziate.

Nel 1834, la Regia città di Crema riacquistò le proprietà, ma successivamente il viceré attribuì 1/3 degli spazi interni ed esterni alla Regia città di Crema e i restanti 2/3 allo Stato, ponendo la parola fine alla complessa vicenda.


Nelle foto, TIno Moruzzi e Anna Maria Messaggi


© Riproduzione riservata



01/07 - CREMA - Mascherine e disinfettante per la struttura Leggi l'articolo

30/06 - CREMA - In vendita in via Crocicchio Leggi l'articolo

29/06 - CAPERGNANICA - Per la sua Xpaper Leggi l'articolo

27/06 - CREMA - Presso la Ancorotti cosmetics Leggi l'articolo

26/06 - CREMASCO - Pronti a rinunciare a qualche comodità Leggi l'articolo

25/06 - CREMA - Presentazione del libro all'Araldo Leggi l'articolo

23/06 - PANDINO - Al Rotary visconteo Leggi l'articolo

22/06 - CREMA - Iniziativa dei Lions Leggi l'articolo

21/06 - ROMA - Festa per i suoi 248 anni Leggi l'articolo

20/06 - CREMA - Scelta che indebolisce l'ospedale Leggi l'articolo

19/06 - CREMASCO - I valori importanti passano attraverso cose concrete Leggi l'articolo

18/06 - REGIONE - FFSS cerca laureati Leggi l'articolo

17/06 - CREMA - Al Rotary l'esperienza al Ryla Leggi l'articolo

13/06 - SONCINO - Cambia il presidente del Lions Leggi l'articolo

12/06 - CREMASCO - Mondo distratto, ripartire dalle cose semplici Leggi l'articolo

10/06 - CREMA - Nessun responsabile risponde Leggi l'articolo