Il mercato negli Stalloni? Un'occasione

Crema, 09 maggio 2018

Antonio Agazzi, capogruppo di Forza Italia in consiglio comunale, risponde a Emanuele Coti Zelati in merito al mercato coperto.

"Lo spostamento del mercato nell’area degli Stalloni? Un’occasione per meglio collegare Crema Nuova al centro storico, riconsegnare un polmone verde sottoutilizzato alla fruizione dei cremaschi, riqualificando un comparto che rischia di finire con l’ammalorarsi e una piazza che, riprogettata adeguatamente, non faticherebbe a divenire qualcosa di meglio rispetto a come si presenta oggi, con pensiline francamente orribili. Simone Beretta ha voluto riproporre la questione: io non lo avrei fatto, credo di avere già pagato un prezzo non lieve quando fui candidato a sindaco, nel 2012. Una parte di città non è pronta, forse è troppo conservatrice, ...e pensare che gli ambulanti si sposterebbero davvero a breve distanza! Le strumentalizzazioni politiche, sul tema, hanno giocato un ruolo devastante: i Bordo, i Coti Zelati - purtroppo con l’allora candidata a sindaca Bonaldi ad accodarsi - per non rendere vana l’errata riqualificazione di una pensilina attuata appunto da Franco Bordo assessore ai LL.PP. della giunta Ceravolo, hanno osteggiato con condotte sgradevolissime - e proseguono, da quel che leggo pure oggi - un’ipotesi tutt’altro che ‘distruttiva’. Ma, ripeto, io non sarei tornato sulla questione. Come dice un commerciante di piazza Garibaldi, gli amministratori in carica non si azzarderanno mai a contraddire gli ambulanti: li troverebbero sui tetti delle pensiline; si “occupano”, invece, di “danneggiare le nostre attività, perché non hanno mai provato ad averne una e siamo gente corretta ed educata”.

Pace! Crema si tenga Coti Zelati & C.

Nella foto, il mercato coperto

© Riproduzione riservata

Share on Facebook