Ghanese dalle nostre parti da pochi giorni, ha già denunce

Crema, 12 settembre 2018

E' sempre lui! Dalle nostre parti da una decina di giorni, si è già preso una serie di denunce. Però è ancora a piede libero e, per quel che ne sappiamo, ci resterà ancora per molto. A meno che non ne combini di ancora più grosse. In meno di una settimana Abdelhaziz Z., 34 anni ghanese, rifugiato per scopi umanitari si è reso responsabile del furto nella chiesa Madonna del Pilastrello di viale Europa (preso dopo meno di due ore, venerdì scorso); si è messo a pregare dalla parte sbagliata sul sagrato del Duomo e poi è andato al campo di Marte per gridare contro mamme e bambini, domenica pomeriggio; lunedì sera intorno alle 23 si è spogliato nei pressi della fontana di piazzale Rimembranze, davanti a due ragazze. Arrivata la polizia ha opposto resistenza e si è preso un'altra denuncia; martedì poco dopo mezzogiorno ha sfondato la porticina sotto Porta Ombriano e ha gettato tutto quel che c'era dentro fuori; ieri notte intorno alle 23.30 si è reso protagonista di una scazzottata (vedi filmato) in piazza Giovanni XXIII. Per a verità su quest'ultimo fatto permangono dubbi, perché qualcuno lo attribuisce a Valentine. Nel filmato sembra proprio a voce di Valentina, ma la bici è bianca, proprio come quella di Abdelhaziz. Sembra però che l'elenco delle bravate sia più lungo. Pare infine che abbia lasciato la città su un treno, diretto a Milano. Pare anche che prima di Crema il ghanese abbia combinato guai a Soresina.

Nella foto, Abdelhaziz dopo aver gettato all'aria il magazzino sotto Porta Ombriano

© Riproduzione riservata

Share on Facebook