Gli italiani finiscono nella parte alta del tabellone. Con qualche rimpianto

Oslo, 05 settembre 2017

Sconfitta immeritata e delusione per la gara contro la Svizzera, che ha battuto gli azzurri 2-1. Poi ancora sconfitta con il Perù per 6-4. Oggi ultima partita a Oslo per la nazionale italiana Homeless che partecipa al campionato mondiale di Street soccer. La nazionale italiana, formata da sette giocatori e tre tecnici, arriva ai mondiali con cinque giocatori di Rivolta e due della bergamasca, persone che da tempo hanno scelto di farsi curare le loro dipendenze e che stanno riuscendo, con fatica, ma con determinazione, a tornare alla normalità. Tra le terapie che il dottor Giorgio Cerizza, responsabile del reparto di Rivolta d'Adda privilegia ci sono proprio gli sport e da quattro anni ecco questa nazionale con i suoi componenti e con la supervisione di un tecnico di eccellenza, Emiliano Mondonico. Dopo le due sconfitte, oggi ultima partita contro l'Olanda per il 23° posto, su 50 nazionali. Poi, tutti a casa.

Nella foto, la squadra italiana Homeless alla gara contro la Svizzera

© Riproduzione riservata

Share on Facebook