L'avvocato chiede la sua liberazione

Crema, 21 novembre 2020


“Le bugie hanno le gambe corte, se le hanno”. Da questa frase si estrapola tutto il discorso che ha portato poi in galera Attilio Mazzetti. Il trentacinquenne di Crema, implicato nella truffa e nell’associazione a delinquere, solidale con Renato Crotti e Cristiano Bozzoli, è stato interrogato ieri nel carcere di Ca’ del Ferro a Cremona dal giudice delle indagini preliminari Pierpaolo Beluzzi, alla presenza del suo avvocato, il legale Gian Antonio Vailati. “Al termine dell’interrogatorio. riferisce l’avvocato - ho chiesto al giudice di liberare il mio assistito o, in subordine, di mandarlo agli arresti domiciliari. Non c’è nessuna possibilità di inquinamento delle prove, visto che la vicenda è già terminata. Quindi ritengo che sia possibile attenuare lo stato di detenzione del mio assistito”. Così l’avvocato Vailati. Mazzetti ha risposto a tutte le domande del giudice, ha ripercorso la vicenda, ha detto di essersi fidato di Renato Crotti che conosceva dall’epoca nella quale gestiva un bar a Crema nel quale Crotti andava abitualmente. Secondo quanto testimoniato dal Mazzetti in oltre due ore di interrogatorio, Crotti gli avrebbe chiesto di fare da mediatore e di procurargli delle aziende che operassero nel campo della sanificazione, cosa che Mazzetti avrebbe fatto, fidandosi della persona. Poi quando si è accorto che qualcosa non funzionava, ormai era troppo tardi e, per quanto di sua competenza, è cosciente che dovrà pagare. Tuttavia Mazzetti ha tenuto a chiarire che lui procurava soltanto dei contatti ed emetteva le fatture. Per quanto riguarda la merce e il suo recapito ci avrebbe dovuto pensare Crotti.

La vicenda, quindi, è da considerarsi conclusa, per quanto riguarda il suo ruolo. In merito alla vicenda che ha fatto scattare le manette, il rapporto con Michele Russo, il tentativo di corruzione e le successive minacce, Mazzetti ha fornito la sua versione: quella frase non era una minaccia, ma un tentativo di far ragionare Russo che, secondo Mazzetti, ha raccontato falsità ai giudici. Oggi il gip deciderà si aprire la porta della prigione o meno.


Nella foto, Ca' del Ferro


© Riproduzione riservata

Mazzetti resta in carcere

CREMA - L'avvocato ricorre al Tribunale delle libertà ...
Leggi tutto l'articolo

In giro con la marijuana

NOSADELLO - Fermato a mezzanotte ...
Leggi tutto l'articolo

Treni in ritardo

CREMA - Guasto a Treviglio ...
Leggi tutto l'articolo

Il virus rallenta

CREMASCO - Solo 18 nuovi casi ...
Leggi tutto l'articolo

Le notizie del 23 novembre

CREMASCO - Crema pari, Pergo sconfitta; Coronavirus, l'indice scende; Pandino, cantieri aperti; ...
Leggi tutto l'articolo

Una mano all'Anffas

CREMA - Cofanetto di Natale ...
Leggi tutto l'articolo

Sconfitta con rabbia

LECCO - Sotto per un gol fantasma ...
Leggi tutto l'articolo

Scende di tre punti l'indice di contagio

REGIONE - 5000 nuovi casi, oltre 3000 guariti ...
Leggi tutto l'articolo

Una settimana di coronavirus

CREMASCO - Numeri alti per Crema, Rivolta, Spino e Pandino ...
Leggi tutto l'articolo

Crema, pari di rigore

CREMA - Decide Ferrari dal dischetto ...
Leggi tutto l'articolo

Coronavirus, i nuovi casi paese per paese

CREMASCO - 17 paesi senza nuovi casi ...
Leggi tutto l'articolo

Mazzetti, il giudice non decide

CREMA - Per ora resta in carcere ...
Leggi tutto l'articolo

Le notizie del 22 novembre

CREMASCO - Crema pari; Pergolettese sconfitta; Casale, donna dell'anno; Coronavirus, oltre 5000 guariti; Vailate, targa alla memoria; ...
Leggi tutto l'articolo

Pochi gli ingressi in ospedale

REGIONE - Indice di contagio sotto il 20% ...
Leggi tutto l'articolo

Lettera a Conte

CREMASCO - Dai giovani amministratori della Lega ...
Leggi tutto l'articolo

Pasini, messaggio sospetto

CREMA - "Mamma, lava queste lenzuola" ...
Leggi tutto l'articolo