Barriere al cinema, che fare

Crema, 05 luglio 2018

Facendo seguito all’incontro avvenuto con il proprietario della Multisala Portanova dr. Quilleri e con il segretario Agis dr. Losurdo, alla presenza del vice sindaco dr. Gennuso, sul tema della collocazione riservata alle persone in carrozzina ai lati della prima fila, che rende concretamente impossibile seguire una proiezione cinematografica, alcuni rappresentanti del Comitato “Crema Zero Barriere” accompagnati da un architetto di Ledha (Lega per i diritti delle Persone con Disabilità) si sono recati lunedì presso il comune per accedere agli atti relativi alla stessa. Questo finalizzato a una valutazione tecnica in modo da stabilire se ci sia qualche possibilità di variarne l’ubicazione.

Tale atto s’inserisce nella nostra linea di sensibilizzazione sul tema delle barriere architettoniche e non solo, per tentare di trovare soluzione a tutto ciò che si potrebbe configurare come un atto discriminatorio (legge 67/2006), come potrebbe essere il limitare una persona in sedia a rotelle a vedere il film dalla prima fila rispetto al trattamento riservato ai cosiddetti normodotati, che possono scegliersi posti più adeguati.

© Riproduzione riservata

Share on Facebook