Bici speciale per una bimba speciale

Cremosano, 10 giugno 2018

Una pedalata, un’altra e un’altra ancora. E arriva la felicità. Ieri “Make a Wish Italia”, onlus con sede a Genova che dal 2004 opera su tutto il territorio nazionale per realizzare i desideri di bambini e ragazzi affetti da gravi patologie, ha trasformato in realtà il desiderio di Aurora Scannella, 12enne di Cremosano affetta dalla sindrome di Rett che sognava una bici per poter pedalare in tandem con il suo papà. Alle 10, in piazza del comune, alle presenza delle autorità civili, Aurora ha ricevuto in dono una “Hugbike”, un tandem speciale che si guida dal sellino posteriore grazie a un lungo manubrio facendo sì che il passeggero che siede davanti sia letteralmente “abbracciato” da chi conduce il mezzo. Proprio ciò che ha sempre desiderato Aurora che da quando è piccola è costretta a confrontarsi con una malattia che le impedisce di esprimersi autonomamente. “Sin da quando sono comparsi i primi sintomi della malattia – racconta Giuseppe, il papà della 12enne – ci siamo adoperati per stimolarla in ogni modo, affinché potesse svolgere tante attività e non perdere il desiderio di muoversi. Musicoterapia, ippoterapia, nuoto, psicomotricità e tante camminate all'aria aperta hanno riempito la sua vita. Quando era piccina le abbiamo adattato una bici per poterla portare con noi ma adesso che è diventata più grande questo sistema non funziona più. Così, abbiamo pensato alla Hugbike e a Make a wish Italia che realizzando il sogno di nostra figlia rende felicissimi anche noi”. A consegnare la bici alla famiglia Scannella è stata la testimonial del progetto Patrizia Spadaccini, campionessa di ciclismo impegnata in diversi progetti di sportabilità. Dopo la consegna del tandem, la stessa Aurora, i suoi genitori, la testimonial dell’evento, i volontari di “Make a wish Italia” e tanti amici della famiglia Scannella sono partiti in bicicletta per una pedalata alla volta di Campagnola dove ad attendere Aurora c’erano i suoi compagni di classe della quinta elementare di Cremosano. E al loro rientro in paese la festa è proseguita con un rinfresco all’oratorio.

Nella foto, Aurara e la sua nuova bicicletta

© Riproduzione riservata

Share on Facebook