Torna l'opera con Elisir d'amore

Crema, 03 luglio 2018

Il 4° Festival Lirico del Circolo delle Muse è giunto al suo compimento con il momento tanto atteso dell’opera conclusiva. Lo spazio magico del chiostro del Sant’Agostino si riempirà quest’anno delle note di Gaetano Donizetti. La fantasia del regista Giordano Formenti darà vita al melodramma giocoso “Elisir d’amore”.L’appuntamento è per Sabato 7 luglio, alle ore 21.15.

“Abbiamo voluto avvicinare l’opera alla nostra città e alla nostra tradizione, quest’anno il pubblico potràriconoscersi nei personaggi sia per l’universalità del tema del melodramma, sia per l’ambientazione particolare e caratteristica che abbiamo voluto ricreare” – così Giordano Formenti anticipa alcune scelteregistiche. Arrivare al Museo Civico per questa messa in scena vorrà dire tornare indietro nel tempo, rivivere in parte il nostro passato, e lasciarsi guidare dalle note e dalla musica alla scoperta di un mondo chefarà sorridere.

Come di consueto il cast sarà composto da giovani artisti che vestiranno i panni dei protagonisti: Nataliya Stepanyak, Cristiano Amici, Elias Benito Arranz, Lorenzo Malagola Barbieri, Medea De Anna.

Alla guida dell’orchestra che rende ogni volta unica l’esecuzione musicale ci sarà – gradita conferma – il maestro Fabrizio Tallachini, con la magistrale partecipazione al cembalo del maestro Enrico Tansini e la collaborazione dell’Accademia Percussioni di Soncino. Per le comparse e i mimi di scena, come sempre ci si affiderà all’esperienza del Gruppo Teatrovare di Castelleone, affiancati quest’anno da numerosi giovani del territorio.

I costumi di Nemorino, Dulcamara, Adina, Belcore e Giannetta sono stati affidati anche quest’anno alla giovane esperta Serena Rizzo e a cucire il tutto ci penserà la mano del regista Giordano Formenti.

I biglietti sono in prevendita sul sito del Circolo delle Muse (www.circolodellemuse.it) e presso lo Studio Rotta Gentile in via Cesare Battisti 7/a in città al costo di € 25. Il posto è unico e non numerato.


© Riproduzione riservata

Share on Facebook