Teatro S. Domenico, ecco gli appuntamenti per la prossima stagione

Crema, 21 giugno 2018

Nuova stagione del teatro S. Domenico, tra danza e commedia e molto altro. Ecco quel che viene proposto al pubblico cremasco.

E' sul confine fra teatro, danza e cinema che s’insinua sorprendentemente lo spettacolo d’apertura della stagione Le Bal (21 ottobre) ispirato da un’idea di Jean-Claude Penchenat e anche al film ‘Ballando ballando’ di Ettore Scola. Ambientato in una balera, sulle note di canzoni italiane che appartengono alla memoria comune, dal Trio Lescano a Fred Bongusto, da Modugno a Mina, Renato Zero, da Adriano Celentano a Ornella Vanoni, lo spettacolo racconta l’Italia che balla dal 1940 al 2001.

E’ firmato da due dei più importanti registi italiani di cinema, Liliana Cavani e Marco Tullio Giordana, l’omaggio che il teatro San Domenico rende a Eduardo de Filippo del quale andranno in scena Filumena Marturano (16 novembre 2018) con Mariangela D’Abbraccio e Geppy Glejesees e Questi fantasmi (28 novembre 2018) con Carolina Rosi e Gianfelice Imparato. Due commedie brillanti e tragiche nello stesso tempo, che ci raccontano l’Italia che cambia nei suoi costumi, negli sguardi sulla vita, nelle vie d’uscita dalla miseria, dalla guerra e dalla povertà.

Maestro di satira e di ironia e intelligenza caustica è Oscar Wilde con uno dei suoi capolavori L’importanza di chiamarsi Ernesto, portato in scena dal Teatro Elfo Puccini di Milano per la regia di Ferdinando Bruni e Francesco Frongia (10 febbraio 2019), uno spettacolo che mette alla berlina le convenzioni e le finzioni di una umanità opportunista e benpensante con un cast affiatatissimo di attori/personaggi capaci di immergerci nelle ambiguità e nei paradossi verso cui la vita ci trascina.

Affidate alle straordinarie doti attoriali sono ancora due commedie, La scuola delle mogli di Moliere (24 febbraio 2019) e Rosalyn del drammaturgo lombardo Edoardo Erba (11 gennaio 2019).

Diretto e interpretato da Arturo Cirillo, lo spettacolo è una commedia alla Plauto sul desiderio e sull’amore, sulla felicità che viene più dalla natura e meno dalle regole sociali, dove il cuore insegna molto di più di qualsiasi scuola, una commedia che ci fa ridere di noi stessi, delle nostre debolezze ed incompiutezze, della miseria di essere uomini.

Rosalyn interpretato da due straordinarie attrici beniamine del pubblico teatrale come Marina Massironi e Alessandra Faiella con la regia di Serena Sinigaglia è un thriller psicologico e beffardo che come dice l’autore Edoardo Erba mostra quel ‘grumo compresso e segreto che tutti abbiamo dentro. Una bomba pronta ad esplodere per mandare in frantumi le nostre fragili vite”

Altra interprete d’eccezione è Antonella Questa con il suo spettacolo cult da 8 anni sulle scene Stasera ovulo (8 marzo 2019) sulla maternità “over 35” e della sterilità femminile;

Le musiche di Mauro Pagani e le coreografie di Hervè Koubi insieme a gruppo di acrobati e danzatori danno freschezza e originalità al nuovo lavoro di Angela Finocchiaro che in Ho perso il filo (14 marzo 2019) ci racconta con la sua stralunata comicità e ironia le avventure di Teseo, il mitico eroe che si infila nei meandri del Labirinto per combattere il terribile Minotauro.

Echi e memorie del repertorio musicale classico, tradizionale, moderno e contemporaneo guidano gli spettacoli Mozart a Milano (10 novembre 2018) con l’Orchestra da Camera Ildebrando Pizzetti e le composizioni scritte da Mozart durante il suo soggiorno milanese; lo spettacolo di danza Gershwin Suite/ Schubert Frames (20 gennaio 2019) della compagnia MM contemporary dance con due grandi coreografi italiani, Michele Merola ed Enrico Morelli, esaltati dalla straordinaria bravura tecnica, stilistica ed espressiva dei danzatori; l’attesissima Orchestra della Notte della Taranta (15 dicembre 2018 in esclusiva regionale) in un lungo affascinante viaggio attraverso i suoni e le danze del Salento, dalle pizziche tradizionali ai canti d’amore e alle polifonie che costituiscono la parte più rilevante del patrimonio musicale di questa terra.

A chiudere la stagione il travolgente Rimbamband show (30 marzo 2019) con cinque suonatori sognatori che giocano con le canzoni, con le note, i rumori, i suoni, gli strumenti in una surreale, poetica ed esilarante atmosfera.

Nella foto, Eduardo de Filippo in Questi fantasmi

© Riproduzione riservata

Share on Facebook