Sono 50 le multe comminate ai cacciatori

Cremasco, 09 ottobre 2018

Sono una cinquantina le multe appioppate ai cacciatori da quando il 16 settembre è partita la caccia. Il comandante Mauro Barborini informa che in gran parte le sanzioni sono state elevate a chi non rispetta il limite di 100 metri dalle abitazioni e 50 dalle strade, e la multa è di 206 euro. Altre ammende riguardano il mancato rispetto dei giorni di caccia. Non si spara il martedì e il venerdì e negli altri cinque giorni se ne devono scegliere tre: chi sgarra paga da 30 a 206 euro e chi caccia nei giorni proibiti va sotto processo. Molte le regole alle quali devono sottoporsi i cacciatori e molte le multe alle quali vanno incontro se non le rispettano. Oltre alle multe sopra citate, diffuso è anche il fatto di non scrivere sul taccuino le prede abbattute. Inoltre, c'è il divieto di caccia la notte. Si può cominciare a sparare un'ora prima dell'alba e fino al tramonto. Resta il fatto che la più trasgredita è quella degli spari troppo vicini a case e strade.

© Riproduzione riservata

Share on Facebook