Le brevi dell'11 gennaio

Cremasco, 11 gennaio 2018

Cronaca

Crema. Guerra della mensa in ospedale. Molti lavoratori, causa orari troppo brevi per accedere al servizio, sono esclusi dai buoni mensa, permettendo un risparmio anche di un milione di euro. Adesso i sindacati non ci stanno e, dopo aver discusso a vuoto, adesso minaccio di scegliere la linea dura.

Crema. Guai per un 22enne di Izano fermato ieri notte alla periferia di Crema dai carabinieri. I militari hanno trovato in auto uno spinello e un coltello a serramanico. Il giovane è stato denunciato per porto di arma in luogo pubblico e segnalato come assuntore di stupefacenti.

Crema. Altra giornata di Pm10 sotto la soglia di attenzione, quella di ieri, con il valore fermo a quota 30ppm/mc. C'è da dire che ieri vento e pioggia hanno lavato e spazzato l'aria e che anche oggi si prevede che i valore resterà sotto la soglia massima.

Crema. Saranno cinque film scelti da Gabriele Pavesi che sono stati girati nel nostro territorio, giusto per attendere il film di Luca Guadagnino Chiamami col mio nome. Si parte il 17 gennaio con Gli sbandati che sarà proiettato nella sala Cremonesi del Centro culturale S. Agostino. L'ingresso è gratuito.

Palazzo Pignano. Vandali ai giardini di Cascine Gandini, dove hanno rotto il rubinetto della fontana e a scuola, dove hanno fracassato un portabicicletta in cemento.


Appuntamenti

Biblioteca, I giovedì dell'archivio, ore 21. Un palco sulla guerra. L'impatto della grande guerra sul teatro sociale di Crema

Romanengo, teatro Gailei, ore 21. Giò Bressanelli canta De Andrè. Manifestazione a favore di un progetto di vita indipendente, ideato da Anffas che vuole dare una casa al progetto Dopodinoi, inserendo in un appartamento persone disabili.

© Riproduzione riservata

Share on Facebook