Il comune non dà il permesso, che viene concesso dal parroco

Cremasco, 10 novembre 2017

Scoppia la grana circo. A Sergnano abitanti contro il parroco; a Pandino contro il comune. Nel mirino i due paesi. La storia di Sergnano è semplice. Arriva un circo ai primi di novembre e chiede il permesso di piantare il tendone. Il comune non dà il permesso, mentre il parroco concede uno spazio a lato del santuario del Binengo. Proprio durante i Santi e i Morti. Sollevazione popolare contro il parroco, ma il circo resta e apre i battenti dal 3 al 6 novembre. In mezzo ci si mette la pioggia che la fa da padrone.

Neppure il tempo di dimenticare l'inconveniente che nasce subito una querelle a Pandino, dove l'ufficio dei diritti degli animali (Uda) denuncia l'arrivo del circo Kino che ha gli animali. I responsabili dell'ufficio denunciano il fatto che il comune non ha avvertito di questo arrivo, ribadiscono che gli animali devono stare liberi e chiedono alla popolazione di boicottare il circo e a non intervenire agli spettacoli.

Nella foto, il circo accampato nei pressi del santuario del Binengo di Sergnano

© Riproduzione riservata

Share on Facebook