I premiati per Spin off

Casaletto Vaprio, 08 novembre 2018

Va in archivio forte di un numero di richieste di partecipazione mai visto primo l’ottava edizione dello SpinOff Film Festival, rassegna dedicata ai cortometraggi. Sul tavolo degli organizzatori Samuele Zenone e Adele Serina sono arrivati quest’anno 853 lavori. Una trentina quelli selezionate per partecipare al concorso, che si è svolto a fine ottobre, presso il cinema multisala Portanova di Crema e la “Chiesa vecchia” di Casaletto Vaprio. Multisala stessa e Comune di Casaletto Vaprio hanno patrocinato l’evento, organizzato con il sostegno di Bcc di Caravaggio, Adda e Cremasco, Abbigliamento Santina, Al mio Bar di Anna Borzì e Mercato del Mobile e con la collaborazione della Consulta dei Giovani casalettese. Il premio per il miglior cortometraggio narrativo è andato a “Viceversa”, di Fabrizio Nardocci, quello come miglior spot è andato a “Start the buzz”, prodotto pubblicitario diretto da Giacomo Boeri e Matteo Grimaldi. Menzioni speciali a “Lungomare” dei fratelli brianzoli Davide e Daniele Ratti come miglior cortometraggio d’animazione e a “Questa guerra non ci appartiene” del romano Paolo Cavallari come miglior soggetto. Il premio speciale della consulta giovani di Casaletto Vaprio è andato invece a “Balo”, di Marco Di Gerlando e Ludovica Gibelli. Ospiti dello Spin Off 2018 l’attore romanenghese Pippo Crotti ed il comico di Colorado Gianluca Fubelli, in arte Scintilla. Il primo ha raccontato come un ragazzo del nostro territorio sia riuscito ad arrivare alla più grande attrazione itinerante del mondo, il “Cirque du Soleil”, per poi approdare al cinema nel film campione di incassi “Quo Vado?” di Checco Zalone. Scintilla ha raccontato il mestiere del comico con particolare attenzione al mondo della televisione e del cinema italiano. A fine mese lo SpinOff verrà presentato all'interno del “Torino Short Film Market”, lo spazio del “Torino Film Festival” dedicato al cinema “corto” e ai festival che li promuovono.

Nelle foto, premiazione e premiati

© Riproduzione riservata

Share on Facebook