Figoni chiama Salvini per cambiare la norma dei tre mandati

Torlino Vimercati, 12 febbraio 2019

C’è un sindaco che non vorrebbe lasciare la carica né abbandonare il suo paese. E da aprile si batte per poter restare utile. Solo che tutte le sue lettere e le sue istanze non hanno trovato il referente giusto, fino a ieri mattina, quando Giuseppe Figoni, primo cittadino tuttofare di Torlino Vimercati, ha trovato la via giusta: il numero di telefono di Matteo Salvini. E ci ha parlato.

Figoni è sindaco di Torlino Vimercati da tre mandati. Quindi, per legge, non può aspirare a un quarto. Dallo scorso aprile ha chiesto all’Anci (associazione dei comuni) di farsi carico del problema e cambiare la legge: i comuni con meno di mille abitanti possono derogare dai tre mandati consecutivi stabiliti dalle ultime norme in fatto di eleggibilità dei sindaci. L’Anci ha appoggiato la richiesta, ma ha voluto alzare il tiro: prendiamo dentro i comuni fino a 5000 abitanti. E così ci si è persi. Ma ieri Figoni, stanco di aspettare, ha trovato la via giusta. Ha avuto il numero di cellulare di Matteo Salvini e lo ha chiamato. Il vice premier, seppur preso in una riunione, ha risposto, ha ascoltato e promesso di farlo richiamare. Cosa che è avvenuta poco dopo. “Salvini ha promesso e subito mantenuto – ha detto un soddisfatissimo primo cittadino – e mi ha fatto richiamare dal parlamentare Stefano Candiani. A lui ho spiegato la situazione e Candiani mi ha chiesto di inviargli una breve relazione, cosa che ho fatto nel primo pomeriggio. Il parlamentare mi ha fatto sapere che la questione sarà messa all’attenzione del governo in tempi brevi e che si farà di tutto per chiudere la faccenda in poche settimane”.

Nella foto, il sindaco Giuseppe Figoni

© Riproduzione riservata



Share on Facebook